Sequestrate due società di vigilanza

Operazione dei carabinieri nell'ambito di una un’indagine a carattere nazionale coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli

Inserisci nei tuoi preferiti

Ammontano a 30 milioni di euro i beni sequestrati dai carabinieri del nucleo investigativo di Caserta ai 9 destinatari delle ordinanze emesse dalla Dda di Napoli per intestazione fittizia di beni per favorire il clan Belforte. Sotto sequestro 24 società, 68 veicoli, 6 terreni, 7 appartamenti, 2 ville, 7 autorimesse e 3 fabbriche industriali. Beni dislocati su tutto il territorio nazionale e in Lussemburgo appartenenti sia a società di pulizie che di vigilanza privata. Emersi anche 161 rapporti bancari, che non rientrano nella stima dei 30 milioni di euro, ancora oggetti di accertamenti e al momento congelati.

Tra le quote societarie sequestrate, anche quelle di una delle piu importanti società di vigilanza privata livornesi: la Federpol di Rosignano Marittimo e la Silpress di Livorno.

In questo contesto, i militari del comando provinciale di Livorno hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Carlo Chiaese, nato a Marcianise, classe ’65, residente a Cecina, proprietario fittizio della società di vigilanza “Fedelpol s.r.l.” . I carabinieri hanno anche proceduto al sequestro dei beni intestati alla stessa “Fedelpol s.r.l.”, in particolare di 5 conti correnti e 4 mezzi.A Livorno i militari hanno sequestrato beni intestati alla “Silpress Vigilanza s.r.l.”, il cui titolare, Domenico Di Carluccio, nato a Marcianise nel 1965 è stato arrestato a Caserta .La Silpres Group Srl fa presente che non sussistano collegamenti di alcun genere con gli eventi di cronaca riguardanti la Silpres Vigilanza Srl, società ceduta dalla Proprietà nel Novembre 2011.A tal riguardo, riceviamo questa nota della direzione della Silpres  Group Srl"La Silpres Group Srl fa presente che non sussistano collegamenti di alcun genere con gli eventi di cronaca riguardanti la Silpres Vigilanza Srl, società ceduta dalla proprietà nel novembre 2011".